Archivio blog

venerdì 30 giugno 2017

Convegno: le vie della Conoscenza 25 giugno 2017

LA VERITA' INIZIATICA
Magna est veritas et praevalebit
Una verità, quella iniziatica, che è al contempo fonte e fine di una ricerca intima, unica, personale, la cui essenza non è solo razionale, ma necessariamente anche coinvolgente, emotiva, ispirata.
Una verità che per afferrarla necessita "di metodi e di strumenti”, ovvero di un “modus operandi”, che nulla a che vedere con l’erudizione, appartenendo ad una consapevolezza esperienziale intima, e per questo unica e irripetibile.
In questo magnifico viaggio nel mondo materiale, possiamo decidere se essere viandanti che, attratti dai fuochi fatui dell’esistenza materiale, si perdono negli sterili meandri di circonvoluzioni senza meta, piuttosto che assumere le vesti del pellegrino che anela di varcare i veli della conoscenza, per ri-scoprire la propria essenza più intima, quella universale, che tutto comprende.
m.a.
intervento di Massimo Agostini

1 commento:

  1. Se togli tutto il superfluo, l’inutile e il secondario che occupa la tua vita. Se togli quello che hai, quello che fai e che devi fare, ciò che è legato alle abitudini e alle necessità sociali, ciò che ubbidisce alle leggi, ciò che hai ereditato dai padri, ciò che ti impone il gruppo, ciò in cui hai scelto di credere, ciò che dipende dagli affetti, ciò che ti fa piacere e che hai imparato ad amare o a odiare, ciò che rifiuti e ciò che accetti. Se togli tutto questo, rimane qualcosa?
    Rimane l'intima essenza che raccoglie la parte più vera di ogni singola emozione , la rimescola alla quotidianità senza però permettere che quest'ultima la inquini . L'azione che compie è la sublimazione che ti porta fino a non essere più ciò che eri ...

    RispondiElimina